martedì 24 marzo 2015

Quiche alle verdure per l' MTC n.46


Questo mese la sfida dell'MTC verte sulla pasta brisée di Michel Roux, nelle torte salate. A proporla è Flavia del blog cuocicucidici, che ha vinto la sfida del mese scorso.
Questo tipo di pasta, molto usata in Francia per la preparazione delle quiche, o torte salate, non è altro che una sorta di pasta frolla salata e si caratterizza per la presenza dell'uovo tra gli ingredienti.

Per la preparazione della base è obbligatorio seguire la ricetta di Michel Roux, come indicato esaustivamente da Flavia, mentre viene lasciata ampia libertà nella scelta del ripieno.
Per la mia ricetta ho pensato a una quiche con ripieno di sole verdure per poterla proporre a mio genero che è vegetariano.

1 - Preparazione della pasta brisée
Per l'impasto seguo fedelmente le istruzioni di Flavia.

Ingredienti

  • 250 g di farina 00
  • 150 g di burro (83% di grasso min.)
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 pizzico di zucchero
  • 1 cucchiaio di latte freddo



Faccio la fontana con la farina, metto al centro il burro a pezzetti, l'uovo, il sale e lo zucchero e comincio a lavorare pizzicottando dapprima la farina col burro, continuando poi a incorporare gradualmente tutto il resto. Quando l'impasto prende consistenza, rimanendo tuttavia 'bricioloso', aggiungo il latte e finisco di impastare velocemente fino ad ottenere una palla piuttosto liscia.


Schiaccio leggermente la palla, l'avvolgo nella pellicola e la metto in frigorifero a farla riposare per circa un'ora, pari al tempo necessario alla


2 - Preparazione del ripieno


Ingredienti
  • 10 asparagi (230 g ca.)
  • 6 zucchine romanesche (370 g ca.)
  • 1/2 porro (la parte più bianca)
  • olio, sale e pepe
Comincio a preparare gli asparagi.
Elimino la parte basale più dura e spezzetto a mano i turioni riducendoli a cilindretti di 2-3 cm. Li metto in una padella con un filo d'olio e una piccola noce di burro e li scotto per pochi minuti. Quando si sono ammorbiditi, rimanendo tuttavia croccanti, li tolgo dalla padella e li metto da parte.

Preparo quindi le zucchine con il porro.
Taglio a fettine sottili mezzo porro e lo metto nella padella dove avevo scottato gli asparagi, aggiungendo un altro poco di olio e di burro. Unisco quindi le zucchine tagliate a rondelle non troppo sottili e faccio rosolare tutto brevemente lasciando che le verdure rimangano piuttosto al dente. Durante la cottura aggiungo un bel pizzico di sale e una macinata di pepe.
Quando sono pronte, spengo il fuoco e metto da parte.


3 - Preparazione dell'appareil (la parte liquida che si deve amalgamare con il ripieno)

Ingredienti
  • 2 uova intere
  • 250 g di yogurt bianco intero (2 vasetti)
  • 3 cucchiai di pecorino romano grattugiato
  • qualche foglia di menta spezzettata a mano
  • 1 cucchiaino di ginger in polvere
  • 1 pizzico di sale
In una ciotola mescolo bene tutti gli ingredienti e metto da parte (ho preferito usare lo yogurt al posto della panna per una preparazione meno ricca di grassi).


Preparazione della quiche

Ritiro l'impasto dal frigorifero e lo comincio a distendere sul piano del tavolo leggermente infarinato, lavorando dapprima con la base della mano e poi con il mattarello fino a raggiungere uno spessore di 3 mm circa.
Mentre cerco di distendere l'impasto mi accorgo che c'è qualcosa che non va come dovrebbe andare. Ormai lo so, non c'è sfida dell'MTC senza qualche inconveniente.
In pratica l'impasto mi rimane piuttosto sbricioloso, ed essendo poco elastico tende a strapparsi. Forse è normale, ma non credo.
Per complicarmi la vita, decido di usare una terrina rettangolare invece di una teglia rotonda.
Rivestire la terrina con la pasta brisée che tende a rompersi diventa un'impresa da certosino.
Finalmente riesco ad avvolgerla (quasi tutta intera) sul mattarello ed a srotolarla sullo stampo. Nel farla aderire bene sulle pareti imburrate mi si apre leggermente in un paio di punti, che richiudo prontamente applicando delle 'toppe' ricavate dalla pasta avanzata.
Bucherello con una forchetta il fondo e le pareti e metto in frigo per una quindicina di minuti.

Terminato il riposo, rivesto la brisée con carta da forno, applico dei pesi sul fondo (un mix di lenticchie, ahimè scadute, e sale grosso) e metto in forno caldo a 180° per 20 minuti circa.
Tolgo poi i pesi insieme alla carta e rimetto  in forno per altri 5 minuti o poco più, in modo che il guscio si asciughi completamente ma senza colorirsi.

A questo punto riempio il guscio ormai sodo con il ripieno di verdure mescolato con l'appareil.
Rimetto in forno a 180° per 35-40 minuti, finché l'impasto risulti completamente addensato e la superficie ben colorita.
Lascio raffreddare la quiche per alcuni minuti e poi la tolgo dalla terrina.
Per mia fortuna la sformatura riesce perfettamente senza inconvenienti.







La pasta avanzata l'ho recuperata per fare una miniquiche alle verdure, utilizzando lo stesso impasto.






38 commenti:

  1. Wao, apprezzo molto di come riesci anche a riutilizzare gli avanzi... :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai buttare niente, caro Miki! D'altra parte con gli avanzi spesso si riesce a fare qualcosa di altrettanto gustoso!

      Elimina
  2. Andrea mi hai fatto venire fame!! bravo come sempre.
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia! Effettivamente piatti come questi si mangiano volentieri a qualsiasi ora! Un bacio

      Elimina
  3. Ottima!! Io uso sempre lo yogurt nel ripieno delle quiche, ci sta benissimo e viene molto più leggera e digeribile!!
    E quella brisèe è davvero perfetta!!
    Bravo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che la brisée si fa con tanto, ma tanto burro, sostituire la panna con lo yogurt è fondamentale per la mia salute. Il risultato mi è sembrato più che positivo! Ciao

      Elimina
  4. Gustosissima con le verdure!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Giuliana, con asparagi, zucchine e porro era veramente molto appetitosa! Un abbraccio

      Elimina
  5. Andrea è buonissima!!!!! e mi piace anche lo yogurt alposto dellapanna che è più pesante nelle quiche.. buona giornata!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo Yogurt era intero, ma sicuramente è meglio della panna! E poi il gusto credo che ci abbia guadagnato! A presto

      Elimina
  6. Ciao Andrea è sempre un piacere passare dal tuo blog!! Complimenti per questa quiche, mette l'acquolina!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Sonia, sei molto carina!

      Elimina
  7. Intrigante la pasta frolla salata e che buoni i ripieni , mi piacciono praticamente tutti, complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piace la cucina vegetariana questo piatto è perfetto! A presto

      Elimina
  8. ottima interpretazione e ottima idea di mettere lo yogurt nella farcitura così va a bilanciare il burro utilizzato nella preparazione della brisé. Bravo Andrea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, ho cercato di bilanciare l'apporto di calorie e di colesterolo con lo yogurt! L'idea è stata molto azzeccata e la farcitura è rimasta molto morbida e saporita. Baci

      Elimina
  9. Risposte
    1. Grazie Luisa, era veramente buono!

      Elimina
  10. ehhhhh la primavera è nell'aria e nelle nostre brisè! mi piace molto l'idea dello yogurt nel ripieno e la freschezza degli aromi, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Giulia, non potevo tenere fuori dalla brisée queste verdure tipicamente primaverili! Un abbraccio

      Elimina
  11. Da che vivo in Francia, le quiches le faccio spesso. Ho sperimentato molte varianti ma la mia prediletta resta la quiche norvége, con salmone e creme fraiche ed erba cipollina. Divina.
    Proverò la tua ricetta :) golosa come tutte del resto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti la mia prima quiche l'ho mangiata in Francia, ma non mi sono mai sognato di farla da me! Col salmone dev'essere molto buona! A presto

      Elimina
  12. Ma che rabbia Andrea, scusa, ma ero passata e avevo anche commentato dicendo che mi era piaciuta moltissimo anche la mini quiche .... Ma guarda negli spam.... Comunque eccomi qui e. Anzi grazie per avermelo fatto notare .... Ti dicevo che con la croccantezza e il verde di queste verdure hai messo un' intera stagione nel piatto... Giocando sapientemente ete con le consistenze e insapori.... E intanto ti ricordo che se sei su Facebook abbiamo la community dei partecipanti e se sei su Pinterest c'è già la foto della tua quiche pubblicata che riporta qui al tuo blog 😉.... Una buona giornata https://www.pinterest.com/mtcsocial/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, secondo me blogspot ogni tanto fa qualche scherzetto: ho appena risposto al tuo commento, ma è sparito! Ti dicevo che per mantenere un minimo di privacy non sto né su FB né su Pinterest. Ma ormai credo che sia venuto il momento di iscrivermi almeno su uno dei due. Ti ringrazio comunque della segnalazione e del commento :-)

      Elimina
  13. Con questa quiche la primavera non può far a meno di arrivare di corsa :-)
    Bravissimo Andrea!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Consuelo, anche se dal tempo non si direbbe, la primavera è arrivata e bisogna godersela! Un caro abbraccio

      Elimina
  14. magnifico piatto!!! devo anch'io provare lo yogurt nel ripieno e ...ti copio integralmente questa goduria!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mimma sono contento che la mia versione ti piaccia così tanto! Se usi lo yogurt forse dovrai allungare di qualche minuto il tempo di cottura. Un caro abbraccio

      Elimina
  15. Bellissime queste sfide ogni volta ci si mette in gioco imparando ...magnifiche entrambe le versioni...ciao carissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sfide in cui ogni volta imparo a fare un sacco di cose. E poi faccio piatti che non penserei mai di fare! Un abbraccione, carissima

      Elimina
  16. Ma la tua ricetta mi piace tantissimo con le zucchine romanesche che per me sono le più buone in assoluto piccole e rigate e poi il tocco di menta ci sta 'na meraviglia :-)
    Un abbraccio Ila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ilaria, io amo poco le zucchine ma le romanesche sono tutte un'altra cosa! Questa quiche è venuta delicata e profumata. Un bacione

      Elimina
  17. Mi è proprio piaciuta questa quiche. Sa di primavera. Mi è piaciuto anche l'appareil fatto con lo yogurt perchè trovo che dia una nota acidula che sta bene con le zucchine che sono piuttosto dolciastre.
    bravo. buona settimana. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così, lo yogurt compensa il dolciastro delle zucchine e dà più sapore all'insieme! Ciao carissima, a presto

      Elimina
  18. Cucino spesso le quiche, ma questa tua versione mi piace moltissimo: me la segno tra i preferiti, visto che la voglio provare al più presto.Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie franci, mi fa tanto piacere che questa mia versione ti piaccia! Un abbraccio

      Elimina
  19. preparata proprio stasera per cena e conto di pubblicarla pure... naturalmente metterò il tuo link...complimenti davvero, deliziosa e quella menta ci sta benissimo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quanto mi fa piacere! Tra l'altro questa ricetta è stata inserita nel libro dell'MTChallenge "Torte Salate" pubblicato recentemente da Gribaudo/Feltrinelli. Ciao, a presto

      Elimina