lunedì 6 maggio 2013

Filetti di Gallinella al sugo

L'altro giorno, mentre facevo la solita passeggiata mattutina per il quartiere, ho pensato che era tempo di fare un po' di pesce per il pranzo. Era già quasi mezzogiorno e quindi dovevo pensare a qualcosa di facile e veloce da fare, ma non avevo voglia del solito pesce al forno o cose del genere.
Ho pensato quindi ai filetti di pesce: faccio un bel sughetto, ci cuocio i filetti, poi li uso sia come secondo, sia per condirci la pasta. L'idea mi è cominciata a piacere parecchio e subito ho sentito lo stomaco  che cominciava a muoversi dalla gioia!

Vado dal pescivendolo pensando ai filetti di cernia o di merluzzo che sono abbastanza saporiti,  ma gli unici filetti che aveva erano di gallinella. Vabbè, li prendo lo stesso!

Ne ordino due ed il terzo mi viene regalato: il mio pescivendolo li tratta bene i suoi clienti (o era forse che quel giorno c'era poca gente?). Non so quanto pesavano, ma erano abbastanza grandicelli e per due persone erano più che abbondanti! In tutto spendo 5 euro, ottimo! 


Arrivato a casa mi metto subito all'opera.
In una padella metto un paio di spicchi d'aglio spellati, accendo il fuoco, aggiungo qualche cucchiaio d'olio, un po' di peperoncino spezzettato con le mani e lascio imbiondire. Aggiungo quindi una scatola da 400 g di polpa di pomodoro di ottima qualità e lascio addensare per neanche dieci minuti.
Unisco infine i miei filetti (prima tolgo l'aglio), regolo di sale e lascio cuocere per 7-8 minuti a fuoco dolce. Giro delicatamente i filetti con l'aiuto di due cucchiai per evitare di romperli, aggiungo ancora un po' di sale, un girata di pepe e lascio cuocere per altri 7-8 minuti.

A cottura quasi ultimata aggiungo una bella manciata di prezzemolo tritato finemente.



Nel frattempo metto a lessare gli spaghetti. Quando sono cotti al dente li condisco con il sugo di pesce e la polpa di un filetto che distribuisco su due piatti.



E questi sono i filetti di gallinella appena impiattati.



Nota. Devo essere sincero? Il sugo era molto buono, ma la gallinella non mi ha entusiasmato: il sapore era piuttosto dolce e poco saporito. Forse con questo tipo di pesce bisogna usare più sale o magari fare un sugo ancor più saporito aggiungendoci qualche oliva nera a pezzi e un po' di capperi dissalati. Ne terrò conto per la prossima volta!

39 commenti:

  1. A me questo sugo mi ha fatto venire una certa fame, ti dirò:) la gallinella non la conosco, se dici che non sa di molto mi butto direttamente su un altro pesce!
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sugo era molto buono e la gallinella (chiamata anche coccio) l'ho usata altre volte per fare il brodo di pesce. Per questa preparazione forse è meglio cambiare tipo di pesce.

      Elimina
  2. Ciao Andrea, invece la gallinella a me ispira, credo anche di averla mangiata e non ricordo che non piacesse ( me ne ricorderei credo ). Comunque per questo tuo sughetto si può usare qualsiasi pesce, ed è tutto da scarpetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con questo sugo la scarpetta è d'obbligo. Per il pesce dipende forse anche da dove viene pescato: questo veniva dal mare vicino l'Olanda (non era del Mediterraneo).

      Elimina
  3. che buono! il piatto di pasta con il pesce poi,sembrava quasi di sentire il profumo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pasta al sugo di pesce era buonissima, il pesce invece non era il massimo. Un abbraccio

      Elimina
  4. Io adoro quel pesce e lo faccio spesso al forno, io uso pochissimo sale e le trovo gustose ugualmente (ma quelli sono gusti ^.^)
    Mi piacciono entrambe le versioni e non vedo l'ora di provarle!
    Il tuo pescivendolo è veramente simpatico..peccato che abito molto lontano altrimenti me lo farei volentieri amico!!!
    Buona serata Andrea..alla prossimo puntata ^.^
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà che in genere ci vado a fine giornata, ma mi capita spesso che il pescivendolo mi regala qualcosa: è lui che in genere mi consiglia come cucinarlo e così mi dà spesso qualcosa in più per provare le sue ricette. Alla prossima

      Elimina
  5. che gusto Andrea! adoro la gallinella!:) bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male che ho fatto un sughetto molto saporito, perché stavolta la gallinella era un po' sciapetta (forse perché veniva dai mari del nord e non dal mediterraneo). Un abbraccio

      Elimina
  6. Ciao Andrea, scusami se mi sono fatta viva adesso...sui paccheri ti ho risposto sul mio blog...per quanto riguarda la gallinella anche a me è successa la stessa cosa la gallinella è risultata dolce però a me piace tutto ciò che è dolce per cui me la sono gustata...credo dipenda dal pesce in particolare non da te...buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maristella, penso anch'io che dipende dal pesce. Naturalmente è stato mangiato tutto e non è avanzato niente! Un caro saluto

      Elimina
    2. Ciao Andrea un caro saluto anche a te

      Elimina
  7. Un pranzo niente male!!!! Gli spaghetti li trovo eccezionali, complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, con gli spaghetti è stata festa grande, ma tutto sommato anche con il resto! Baci

      Elimina
  8. Risposte
    1. Sì, però ho capito che la gallinella (o coccio) è meglio usarla per farci il brodo! Un abbraccio

      Elimina
  9. E bravo Andrea! Quando ce li riproponi con un altro pesce?!?! eheheheheh!! Gnam gnam!
    Comunque bravo il pescivendolo, ormai ti ha fidelizzato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pescivendolo ormai è il mio referente per i miei piatti di pesce, sempre prodigo di consigli e anche di pesci in omaggio! Ma quando c'è la cernia provo quella... Buona giornata!

      Elimina
  10. con un pesce che solitamente si cucina in brodo sei riuscito a fare degli ottimi spaghetti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, avrei voluto dell'altro, ma quelli erano gli unici filetti disponibili! Un Bacio

      Elimina
  11. forse avresti esaltato di più il pesce usando pomodorini freschi invece della passata. Però è sempre una questione di gusti:)
    buona giornata
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non credo: la polpa di pomodoro che ho usato era saporitissima, a differenza dei pomodorini freschi che trovo al mercato che ancora sanno di pochino. Comunque alla fine ho mangiato tutto più che volentieri! Un abbraccio

      Elimina
  12. Ciao Andrea,la gallinella a me piace tanto,anche se e' vero che puo' tendere allo scipito.Per ovviare,spesso la faccio impanata e fritta con salsa tartara (maionese con cetriolini,capperi,prezzemolo,dragoncello ed uovo sodo a pezzettini)
    Gnam gnam..
    Comunque i tuoi spaghetti li farei fuori in un nanosecondo!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Edith, sei sempre prodiga di buoni consigli. Sì la prossima volta la faccio impanata e fritta. Mi piace l'idea della salsa tartara: non l'ho mai fatta ma non dovrebbe essere tanto difficile! Ciao

      Elimina
  13. Buongiorno Andrea, che bel lavoro che hai fatto: adesso goditi la tua meritata pensione!
    Ci siamo unite molte volentieri al tuo blog ( siamo due sorelle) e se ti và vieni anche tu ad unirti ai nostri follower
    Buona giornata
    Patrizia di Cucina conDede

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Care Pa e Mo, benvenute e grazie per essere passate nel mio blog! Con grande piacere vado a ricambiare la visita. A presto

      Elimina
  14. Che bella idea, cuocere il secondo e utilizzare il sugo per la pasta!! deve essere davvero un piatto saporito: per quanto riguarda la gallinella, devo ammettere di essere ignorante al riguardo, non l'ho mai comprata, di solito vado sempre sul merluzzo, platessa e sogliola, tutt'al più trota salmonata, forse devo cominciare ad ampliare le mie conoscenze ittiche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io il pesce lo conosco poco anche se mi piace tanto. La Gallinella (chiamata anche Coccio) me l'ha indicata qualche tempo fa il mio pescivendolo per farci il brodo insieme ad altro; da sola non è saporitissima. A presto

      Elimina
  15. Effettivamente la gallinella è buona se mischiata ad altri pesci, la sua carne infatti è insipida. Però , sai che ti dico? E'sempre pesce fresco e io lo adoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, hai proprio ragione! A me il pesce piace molto ed anche se mi aspettavo qualcosina in più, l'ho mangiato molto volentieri. Un abbraccio

      Elimina
  16. Noi andiamo spesso in un ristorante ad Albisola in Liguria e tutte le volte prendo i tagliolini alla gallinella, sono divini, un sapore unico. Purtroppo però non so darti la ricetta, magari la prossima volta che vado gliela chiedo ;)
    Un abbraccio.
    Miky

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti capita mi farebbe piacere avere maggiori ragguagli. Ma io penso che molto dipenda anche da dove viene pescato: il mio veniva dai mari olandesi, forse il pesce dell'atlantico o del mediterraneo è più saporito! Un abbraccio

      Elimina
  17. Questi me li ero persa! Andrea sei davvero un MASTERchef!!! :)

    pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non scherziamo, se se ne accorge Cracco mi fa a fettine! Comunque grazie per il complimento.

      Elimina
  18. Uno più buono dell'altro. Anche questo è da leccarsi i baffi. Veramente bravo.
    Ciao, Lorena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sugo era molto saporito e nell'insieme ho mangiato tutto molto volentieri. Un caro saluto

      Elimina
  19. VERAMENTE UN PESCE INUTILE

    RispondiElimina
  20. IL PERSICO HA PIU' SAPORE

    RispondiElimina