venerdì 7 febbraio 2014

Melanzane al forno con impanatura di pistacchi

Oggi sono veramente orgoglioso di me stesso: ho finalmente 'creato' una ricetta semplice, come nel mio stile, ma deliziosa.
Era un po' di giorni che pensavo di inventare qualcosa di vegetariano da offrire al mio futuro genero e che, allo stesso tempo, potesse piacere anche a me. Quindi niente cipolle, niente verdure cotte, niente peperoni che li digerisco poco, ecc. ecc.
Rimangono le melanzane, che si prestano a infinite preparazioni. Però stavolta voglio usarle per fare qualcosa di appetitoso, ma leggero e di facile realizzazione.

Ho pensato che le melanzane tagliate a rondelle assomigliano un po', seppur lontanamente, alle fettine di carne. E a me piace molto la carne panata. Sarà possibile fare le melanzane panate? Non lo so, ma basta provare (e qui esce fuori la mia vena di ex ricercatore, mai sopita)!

Per l'impanatura decido che non dovrò usare il solito pangrattato (che se non lo fai da te sa sempre di vecchio), ma pane in cassetta tostato e tritato al mixer (4-5 fettine sono più che sufficienti).


Il pane che ne ricavo lo mischierò con una confezione (50 g) di pistacchi sgusciati non tostati e non salati, anch'essi tritati finemente al mixer.
Alla fine si ottiene una polvere non troppo fine, ottima per lo scopo.


Ho poi preso una bella melanzana viola che comincio a sbucciare in parte, in modo da ridurre il rischio di avere parti dure dopo la cottura ed evitare che prevalgano sentori di amaro (l'amaro sta nella buccia? non lo so, ma nel dubbio ne tolgo un po'). La taglio quindi a rondelle alte meno di un dito (non più di 1 cm).


A questo punto mi devo inventare qualcosa per far sì che l'impanatura aderisca alle melanzane, ma niente uovo che renderebbe tutto più pesante.
Mi viene in mente la mia vecchia ricetta del filetto di maiale alle erbe aromatiche in cui, per fare aderire il trito di erbe, cospargevo la superficie del filetto con della senape.
Ottima idea! Cospargerò le fettine da ambo i lati con un sottile strato di senape di Digione.


Funziona! Con il mix di pane in cassetta e pistacchi tritati riesco a impanare perfettamente le mie fettine di melanzana.
Le adagio sulla leccarda rivestita con un foglio di carta da forno e metto a cuocere nel forno a 180°.


Dopo 20 minuti le giro e, sulla superficie di ciascuna rondella, metto un cucchiaino d'olio extravergine.
Lascio cuocere ancora per una decina di minuti (ma forse anche meno) e trasferisco le fettine panate nei piatti di portata, accompagnandole con un po' di insalatina molto tenera condita con pochissimo olio e un goccio di aceto.


Prova ottimamente riuscita! La cottura era perfettamente a puntino e le melanzane panate erano dolcissime e molto delicate: un piacere mangiarle!

Note.
  • Per questa preparazione ho usato una sola melanzana, più che sufficiente per 2 persone. Non ho mai usato sale, né sulle fettine di melanzana, né sull'impanatura, né sull'insalata (il pane in cassetta, i pistacchi e la senape danno sapore a sufficienza).
  • Il tempo di cottura dipende dallo spessore delle fettine, ma in ogni caso dovrebbe essere sufficiente meno di mezz'ora. Le melanzane panate devono comunque essere servite quando sono ancora calde.
  • Se piace, si può provare ad arricchirle aggiungendo un po' di mozzarella o mezzo pomodorino pachino o altro. Io però ritengo che il piatto sia buono così come l'ho presentato: delicatissimo, ma gustosissimo grazie alla cottura al forno ed alla impanatura contenente i pistacchi tritati.
  • Dal momento che le melanzane si cucinano dai tempi di Cristoforo Colombo, può darsi che nel corso dei secoli qualcun altro abbia già fatto una ricetta identica alla mia. Se così è, lo ha fatto a mia insaputa!


66 commenti:

  1. Ma lo sai che d'estate me le faccio spesso panate?? Le adoro e la tua versione è assolutamente golosissima e da provare! Sono certo che avrei incontrato tutti i gusti dei tuoi commensali, bravo Andrea!!!
    Buon we <3
    la zia consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finora le melanzane le ho provate in varie maniere, ma mai panate! Tra l'altro una volta le melanzane neanche mi piacevano, ora le trovo deliziose! Baci

      Elimina
  2. anche a me piacciono panate ma la tua versione è spettacolare!!!! bravissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuela! Questa è la prima volta che le faccio panate, ma sicuramente ci sarà una seconda volta, e una terza, e una quarta, e ...

      Elimina
  3. Non avevo mai pensato ad impanare le melanzane con i pistacchi! Da provare assolutamente :) Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio d'accordo con te: da provare assolutamente! Buon we

      Elimina
  4. pane in cassetta tostato per la panatura? wow!
    dev'essere buonissimo questo piatto! complimenti come sempre! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preparare il pangrattato col pane in cassetta è l'unica preparazione che richiede un po' di tempo (minuti, non ore), ma ne vale assolutamente la pena, te lo assicuro! Il resto è una passeggiata, ma il risultato è veramente goloso nella sua semplicità. Un abbraccio

      Elimina
    2. e si nota! COMPLIMENTONTONI.Le tue ricette sono sempre particolari :)

      Elimina
  5. Il tuo post Andrea, è pieno di spunti interessanti, dal pane in cassetta tostato, usato per impanare, alla senape di Digione che fa aderire l'impanatura...davvero una bella ricetta!! La riproporrò a casa e, in particolare al mio fratellino vegano, che ne sarà entusiasta!! Buona serata, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary! Questo piatto è stato pensato per un vegetariano, ma è anche assolutamente vegano. Sono contento che hai trovato spunti di interesse. Un caro abbraccio

      Elimina
  6. Però sì, secondo me un po' di mozzarella affumicata non ci sdice!
    Ottimo abbinamento, bravo André!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Miki! Questa è la mia ricetta; poi ognuno è libero di personalizzarla come meglio crede e come più gli piace. A presto

      Elimina
  7. Boneee le tue melanzane!! Io poi le mangerei sempre tutto l'anno e qui si trovano abbastanza facilmente perche' vengono dalla Spagna del Sud ;-)
    via il futuro genero si deve sentire onorato no?
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Il mio futuro genero è sempre contento di mangiare da me perché non faccio piatti rimediati, ma provo ogni volta qualcosa di nuovo proprio per lui, che è ben lieto di fare da cavia. Baci

      Elimina
  8. Ci proveremo, in estate, però! Melanzane a febbraio, ohibò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, hai ragione! Ma ormai con l'agricoltura protetta (in serra) certi ortaggi ce l'hai in tutte le stagioni. Buon week end

      Elimina
    2. Infatti, e la cosa non mi convince per niente :-). A ogni stagione il suo ortaggio e soprattutto le sue ricette. Se no finisce che si cucinano sempre le stesse cose,e quando si vuole preparare dell'altro, non si sa come trattarlo. Così trascuriamo cose che magari sono buone pure loro, perché non le conosciamo più.
      Qui ad esempio è pieno di radici curiose, ma finiscono sempre in vellutate o a cubetti in forno, in mancanza di idee :-/

      Elimina
  9. Anch'io ho fatto talvolta le melanzane panate, ma non con la senape o i pistacchi.

    Bella idea

    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina! Ti assicuro che è un piatto delicato e molto delizioso.

      Elimina
  10. Squisite!! Queste me le segno al volo!! Bravo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se le provi non te ne pentirai. Niente sapori forti, ma un gusto molto delicato e gradevolissimo! Un abbraccio

      Elimina
  11. Andrea ho letto tutto d'un fiato per vedere cosa avevi usato ...bhe' veramente geniale ...sono felice di averti conosciuto ,proprio oggi nel post scrivevo che il blog mi ha fatto conoscere persone speciali ..diciamolo a quelli che non ci credono che nascono veramente delle belle conoscenze che si trasformano in amicizie ..vero????ciao carissimo il genero ha gradito ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cinzia, mi piacerebbe conoscerti davvero per abbracciarti forte. Sei veramente molto carina con me e ti ringrazio infinitamente. Ho letto il tuo post e ti rinnovo i miei più sentiti auguri! Ciao Cinzia, a presto

      Elimina
  12. adoro le melanzane e anche i pistacchi, questa panatura deve essere spettacolare, mi segno questa ricetta, da provard assolutamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala cara Laura, non ne rimarrai delusa! Un abbraccio

      Elimina
  13. Adoro le melanzane e le cucino in diversi modi, ma impanate con la senape mai provato per cui la dovrò fare questa panatura, mi stuzzica troppo.
    Complimenti sei stato bravissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala e fammi sapere. Un abbraccio :)

      Elimina
  14. Ciao Andrea, devono essere molto buone queste melanzane. mi piace l'idea del pane tostato misto a pistacchio.... assolutamente le devo provare. poi ti dirò.
    tutto bene? io finalmente son tornata in circolazione, pc funzionante. buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte il raffreddore, unito a mal di gola e tosse... e il pc che mi fa le schermate blu sempre più frequenti, il resto tutto bene. Grazie per la visita, a presto

      Elimina
  15. Andrea ma lo sai che è una genialata? Non le ho mai fatte così, ma mi danno l'idea di essere saporitissime.... bravissimo! Un bascio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi riempi di gioia. Provale perché sono veramente buone! Magari, chissà, per la preparazione ti potrebbero anche aiutare le fatine del castello: tu tagli e le altre spalmano e impanano! Ciao

      Elimina
  16. La cucina è creatività, fantasia e richiede anche un pizzico di arditezza. Poi vengono fuori ricette che, seppur semplici, sono geniali. Ottime!! Ma sai che tuo genero è un fortunato? Ha un suocero così carino da pensare a lui. Che bello, Andrea!! Un bacione e felice fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io in cucina mi sento ancora un novizio, anzi un principiante, ma stavolta ho voluto provare qualcosa di nuovo. Il risultato è stato veramente soddisfacente! Un bacione anche a te

      Elimina
  17. Osare in cucina non è il mio forte, ma tu con questa ricettami dai l'input per iniziare. Gli ingredienti sono di mio gusto e proverò di sicuro a fare queste melanzane.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho osato mettermi in cucina completamente privo di esperienza, ma piano piano ho cominciato a crescere. Siccome non cucino tutti i giorni, stavolta ho provato a fare un piccolo salto nel buio. Per fortuna l'esperimento è andato più che bene! Un abbraccio

      Elimina
  18. Ottima l'impanatura con sotto la senape mi dai l'idea si potrebbe anche mettere altro tipo simile alle olive, patè... insomma vediamo cosa combina la mia mente poi ti dico grazie dell'ideaona. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se t'inventi qualche altra cosa fammelo sapere. L'importante è spalmare sulle fettine qualcosa che trattenga bene l'impanatura! Baci

      Elimina
    2. ...sarai il primo a saperlo e forse anche presto. A proposito di melanzane una cosa che sono sicura di piacerebbe cerca da me ..zuppetta di melanzane... e poi mi dirai che te ne pare. Ciaooooooooo un abbraccio forte.

      Elimina
  19. WOW WOW queste me le faccio stasera per cena!!
    Ho tutti gli ingredienti, grazie per la condivisione chef :)

    RispondiElimina
  20. che meraviglia! un piatto perfetto per una vegetariana incallita come me! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa ricette è vegetariana ed anche vegana! Ed è veramente gradevolissima! Un abbraccio

      Elimina
  21. bell'idea, sì, mi piace! mi piacciono le melanzane ma cerco sempre di evitare di farle fritte, secondo me, anche per una pasta alla norma diversa qwuest'idea non sarebbe niente male, e si eviterebbe di friggerle. che ne pensi? :)
    buona domenica! tam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, le melanzane sono molto spugnose e quando le friggi assorbono molto olio, e poi quando si freddano lo ributtano fuori ungendo tutto ciò che gli sta intorno. Panate e cotte al forno, invece, rimangono asciutte e morbidissime come un burro. Non so se si adattano per la pasta alla norma, però io ci proverei. Se del caso fammi sapere. Baci

      Elimina
  22. Un plauso, anzi un super plauso a questa panatura croccante e saporita. Per non parlare della cottura al forno. Sei sempre una garanzia, Andrea! Spero che tu riesca a leggere il mio commento. Ultimamente, sia nel mio blog che in quello di altri, Blogger mi fa saltare su e giù, rendendo estenuante lasciare un pensiero.
    Un caro saluto
    Maria Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, io ti leggo bene! E che piacere leggerti, cara Maria Grazia. Ti abbraccio

      Elimina
  23. Bravissimo Andrea, una panatura geniale.Spettacolare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Nella sua semplicità è veramente un piccolo colpo di genio. Ciao, a presto

      Elimina
  24. Ahahahah Andrea, chissà forse colombo stesso le avrà fatte?? :D Le tue sono comunque un'idea grandiosa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata Silvia! Hai visto che bella idea che ho tirato fuori? Sono delicate, buonissime e si preparano facilmente in poco tempo!

      Elimina
  25. una ricetta da urlo!!!! chissa' che saporino che avevano!!! mmmm complimenti Andrea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annalisa, sembravano un burro dolce e delicatissimo! Un abbraccio

      Elimina
  26. Andrea..... mi sorprendi.... io sono siciliana e tu mi prepari melanzane e pistacchi!!!!!
    Che dire, sento i profumi della mia terra, bravo, le cose semplici sono le migliori, anche io uso molto la senape e le spezie al posto del sale...
    adoro la curcuma... ciao a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, con la curcuma non ho dimestichezza ma so che mi piace. Effettivamente melanzane e pistacchi ricordano molto la Sicilia. Tra l'altro, uno dei piatti che mi piace di più e che mi riesce benissimo è la caponatina con melanzane e peperoni. Non è che tra i miei avi c'è qualche siciliano?

      Elimina
    2. Tra i tuoi avi non lo so, tra i tuoi cognati di sicuro!!
      :-)

      Elimina
    3. Ah ah ah, sì hai ragione! E quando gli dico che faccio la caponata abbandona qualsiasi impegno e corre da me! Dice che buona come la faccio io non l'ha mai mangiata.

      Elimina
    4. Però....
      detto da Gianluca questo è un grossissimo complimento!!!

      Elimina
  27. Ciao, ho fatto le melanzane anch'io. buone buone buone... anche se le ho tenute un po più sottili e forse è stato un errore perchè la senape ha forse preso un po il sopravvento, ma gustose e croccanti lo sono proprio e sono piaciute anche alla mia metà. Grazie e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quanto mi fa piacere! Io le fettine le ho fatte spesse non più di un dito, ma di senape ne ho messa un velo sottilissimo. Grazie a te per avermi dato questa bella informazione! Un abbraccio

      Elimina
  28. Ciao Andrea, sono molto incuriosita da questo connubio tra melanzana e senape forte di Dijon... Indubbiamente l'aspetto è molto invitante! Complimenti per questa idea geniale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo voglia di fare qualcosa di semplice, originale e gustosa. Mi sembra di esserci riuscito. Grazie per i complimenti, a presto!

      Elimina
  29. Solo il titolo mette fame, sento già il profumo.. gnam!!!! : )

    ps.
    Ciao ti vedo da Fulvio..

    RispondiElimina
  30. ciao! che bontà! è anche l'ora giusta :)) bravissimo! buona giornata, ciao Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buone per tutti ed ottime per i vegetariani!

      Elimina