sabato 24 settembre 2016

Gnocchi di patate con la pomarola

Dopo la pausa estiva riprendono le sfide dell'MTC con una ricetta di antica tradizione: gli gnocchi di patate.



Ce la propone Annarita Rossi del blog Il Bosco di Alici, che con la sua pizza "diversamente" Margherita ha vinto la scorsa sfida.

Nonostante i miei interventi sul blog siano divenuti per ragioni varie sempre meno frequenti, la sfida dell'MTC continua ad attirare la mia attenzione, soprattutto per il piacere di mettermi in gioco in una competizione che spero sempre di non vincere mai.

Dal momento che tra gli ospiti destinati ad assaggiare i miei gnocchi ci sarebbero stati il mio genero vegetariano ed il mio nipotino, che ha poco più di un anno ma ha sempre una gran voglia di mangiare, ho pensato che il condimento, che non può contenere né carne né pesce, dovesse essere molto semplice e leggero, ma anche appetitoso.
Ho quindi pensato alla "pomarola" che fa talvolta mia moglie quando vuole condire la pasta con una salsa leggera e gustosa.

Prima degli gnocchi, comincio quindi a preparare la

Pomarola.

Ingredienti:
  • 1 kg di pomodori da sugo tipo San Marzano
  • 1 cipolla medio-piccola
  • 2 spicchi d'aglio
  • 1 carota
  • 1 costola di sedano
  • qualche foglia di basilico
  • 3 cucchiai d'olio extravergine
  • sale
Mettere in un tegame tutti gli ingredienti, ben lavati e tagliati a pezzi, salvo gli spicchi d'aglio che devono essere lasciati interi per poter essere eliminati facilmente.


Far cuocere tutto a fiamma moderata, mescolando di tanto in tanto, per circa un'ora. Quindi togliere l'aglio e passare tutto con il passa verdure raccogliendo la pomarola in un altro pentolino.



Mettere da parte e procedere alla

Preparazione degli Gnocchi

Ingredienti:


  • 700 g di patate Rossana, var. Cherie (7 patate)
  • 190 g di farina 00 (circa)
  • sale
Essendo la prima volta che faccio gli gnocchi, seguo scrupolosamente le istruzioni di Annarita.
Lavare le patate e metterle intere e con la buccia a cuocere in acqua fredda. Dopo neanche mezz'ora da quando hanno cominciato a bollire le ho tolte dall'acqua e le ho subito cominciate a sbucciare, cercando di salvare i polpastrelli lavorando con forchetta e coltello.


Schiacciare quindi con lo schiacciapatate direttamente sul piano di lavoro. Allargare le patate schiacciate in modo da far uscire tutto il vapore residuo.
Aggiungere una presa di sale e la farina un poco per volta, cominciando a impastare. Non lavorare troppo a lungo per evitare che gli gnocchi diventino duri; inoltre evitare di infarinarli troppo per non renderli appiccicosi.
Una volta formata la pagnotta, tagliarne dei pezzi con i quali ricavare dei filoncini dello spessore di circa 1,5 cm; tagliare quindi in pezzi di un paio di cm e passarli sui rebbi di una forchetta, facendoli scorrere dal basso verso l'alto, per formare la tipica rigatura dello gnocco.



Cuocerli subito in acqua bollente salata, pochi per volta, e scolarli poco dopo, non appena risalgono a galla.
Condirli bene con la pomarola che nel frattempo avremo scaldato e disporre nei piatti da portata insieme a un'abbondante spolverata di parmigiano grattugiato.



Considerazioni.
Essendo la prima volta che faccio i gnocchi, sono stato in ansia per tutto il tempo della cottura, temendo che qualcosa potesse andare storto, magari con irreparabili spappolamenti in acqua. Invece tutto è andato per il verso giusto ed il risultato è stato molto apprezzato dagli ospiti. Più di tutti dal nipotino, che se ne è scofanato 2 piatti.



Sicuramente questo piatto verrà replicato altre volte, magari con un maggiore quantitativo di patate.

Grazie Annarita e grazie MTC per la bella opportunità che mi avete dato.




36 commenti:

  1. il mio piatto preferito!! da sempre!!potrei fare bis e tris :)) grazie per la ricetta, buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Andrea, dopo questa prima volta devo dire che fare gli gnocchi non è poi così difficile. Sono buoni e sicuramente li rifarò!

      Elimina
  2. Voglio un invito per questi gnocchi!!! e per vedere dal vivo quel bellissimo popo biondo di cui ci hai parlato e che mi sembra di conoscere da quando è nato. Li apprezzerei non meno di lui, perché mi ricordano la mia nonna che li faceva proprio così, con un bel sugo di pomodoro denso che si raggrumava sul piatto. E complimenti per la varietà delle patate!!!
    Sono stragolosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Pellegrina! Questi gnocchi, nella loro semplicità, sono veramente stati una grande piacevole sorpresa. E ti confesso che sarei davvero molto felice di averti a casa come ospite! Un carissimo saluto

      Elimina
    2. Be' guarda che io ci vengo! :-)

      Elimina
  3. Un piatto che rispetta la tradizione e la pomarola ci sta alla perfezione. E di sicuro con l'ultimo gnocco avrete tutti pulito alla perfezione il piatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non è rimasto niente e il piccolino s'è pappato anche le porzioni degli altri!

      Elimina
  4. ma quanto è carino il nipotino!! buongustaio lui! Allora questa pomarola mi piace assai, assai e penso che a userò la prossima volta che preparerò il sugo, spero solo di trovare ancora qualche buon pomodoro estivo! Ciao Andrea, grazie e buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pomarola è tanto semplice quanto gustosa. Con gli gnocchi ci stava benissimo ed è stata molto apprezzata sia dal vegetariano che dal nipotino... che è sempre uno spasso vedere mangiare!

      Elimina
  5. Bravo e buonissimo. Un piccolo trucco per non pelare le patate.... se le metti nello schiacciapatate con tutta la buccia questa rimane all'interno e le patate escono cosi ti salvi le dita. Sistema collaudato da me e anche alcuni chef hanno scoperto dopo che la classica vecchina... glielo ha fatto vedere :D ciaooo buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bella dritta che ci dà la classica vecchina...! Ciao carissima, buona domenica anche a te

      Elimina
  6. Ciao Andrea,un piatto,il tuo sulle mie corde, che,pur non essendo vegetariono non amo la carne,polpette a parte.
    Un caro saluto,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti a mangiare questi gnocchi c'era un vegetariano, ma il piatto è piaciuto a tutti! Salutoni

      Elimina
  7. Che buoni gli gnocchi!! Da noi si condiscono con il pesto genovese ma quando li faceva mia zia preparava sempre il sugo e il pesto e io ne mangiavo un piatto al sugo e uno al pesto!! Buonissima questa pummarola, e bravo, ti sono venuti davvero bene!!!
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E già, il pesto alla genovese è una gran bontà, ma ancora non ho mai provato a farlo da me! Un caro saluto

      Elimina
  8. Che bontà, Andrea! Anche il nipotino ha apprezzato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono venuti veramente buoni. Le dosi erano state ben calibrate, ma se ne avessi fatti di più ne avremmo mangiati ancora!

      Elimina
    2. Chiamami, la prossima volta! Ci penso io...

      Elimina
  9. Andrea non sai quanti mi stanno dicendo di non averli mai fatti prima e che gli sono venuti bene subito, la cosa mi rende molto felice. Se poi mi metti la foto del tuo nipotino bellissimo che li ha mangiati così volentieri da riprenderli per 2 volte allora ti promuovo a pieni voti. Mi piacciono i sughi semplici e saporiti che si fanno in casa quando si hanno o poco tempo o poche idee. Bravo. Un bacione al nipotino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente puoi essere molto fiera della tua ricetta: seguendo le tue istruzioni mi sono venuti bene al primo colpo! Ciononostante ho avuto poca fiducia nelle mie capacità e, temendo un grosso insuccesso, non mi sono voluto impegnare troppo per fare condimenti particolarmente elaborati. Comunque grazie per il tempo che ci hai dedicato!

      Elimina
  10. Un meraviglioso piatto tradizionale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè sì, gli gnocchi sono gnocchi, anche se il condimento è molto semplice!

      Elimina
  11. Ma bellissimo tuo nipote!!!! Che soddisfazione! Anche se un pò rosico: la prima volta che li fai vengono un incanto :D
    Complimenti!!! Un bascione al tuo nipote bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda che il primo a meravigliarsi di non avere avuto inconvenienti sono proprio io! Magari la prossima volta verranno una schifezza, ma spero di no perché ci sarà una prossima volta e tante altre ancora! Un abbraccio carissimo

      Elimina
  12. che soddisfazione quando i nipotini mangiano di gusto! anche a me gli gnocchi non vengono sempre perfetti, molto dipende dalla qualità delle patate, ma con l'aggiunta di un buon sugo il piatto è sempre gradevole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scoperto da poco le patate a buccia rossa e adesso non ne faccio più a meno perché sono ottime in tutti i tipi di preparazione, gnocchi compresi. E poi vedere mangiare il nipotino a piene mani è stata una grande soddisfazione!

      Elimina
  13. Penso che gli gnocchi, come gli spaghetti al pomodoro, piacciano a chiunque e come vedo... anche al tuo bellissimo nipotino.
    Un abbraccio da Lorena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sono proprio piaciuti a tutti! Un salutone

      Elimina
  14. Un gustosissimo piatto della tradizione, molto invitante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non li avevo mai fatti ma sono venuti benissimo. Mi sa che presto li rifarò!

      Elimina
  15. L'espressione di tuo nipote basta x capire quanta bontà ci sia nella tua ricetta :-)
    Bravissimo Andrea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, la mia più grande soddisfazione è stata quella di vedere mangiare il pupo con così tanto gusto!

      Elimina
  16. Pensavo di averti lasciato un commento ma vedo che invece è salito su per la cappa del camino. Non capisco il perché. Ma solo per dirti che visto l'esordio, dovresti cimentarti più spesso in questo piatto. Grandissimo nonno Andrea :D
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte capita anche a me di lasciare qualche commento e poi non trovarlo; misteri del blog! Visti i risultati, sicuramente farò altri piatti di gnocchi, magari con altri tipi di condimento, però dovrò usare lo stesso tipo di patate! Grazie per essere passata da me! Un bacione

      Elimina
  17. che meravigliaaaaaaaa!!! anch'io faccio il sugo di pomodoro così, con le verdure!!! un piatto di tradizione e sempre attuale. bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mimma! Questo è un sugo leggero,gustoso e saporito che a me piace molto! Un abbraccio

      Elimina