venerdì 17 gennaio 2014

Polpette farcite su letto di cipolle in agrodolce

Stavolta ho voluto fare qualcosa di insolito: non la solita carne macinata mescolata con pane, uovo e formaggio, ma polpette con sorpresa.




L'interno di queste polpette, infatti, contiene mezza prugna secca, e sono adagiate su un leggero letto di cipolle rosse cotte in agrodolce, con accompagnamento di prugne e purè di mele.

Ma procediamo con ordine a partire dagli ingredienti (le dosi, come sempre, sono approssimate).
Per 3 persone ho usato:
  • 350-400 g di carne di maiale macinata;
  • 5-6 fette di pancarré ammollato in acqua e latte;
  • un ciuffetto di prezzemolo;
  • 3 cipolle rosse;
  • 10 prugne secche denocciolate;
  • 50 g di farina;
  • 3-4 foglie di alloro;
  • 1/2 bicchiere di aceto bianco di vino;
  • 1 cucchiaio (raso) di zucchero;
  • 1 bicchiere di brodo;
  • Olio evo, sale e pepe.
Per il purè di mele servono:
  • 3 mele;
  • il succo di un limone e una striscetta di scorza;
  • 1 cucchiaio di zucchero;
  • un cucchiaio di brandy (facoltativo);
  • un cucchiaino di zenzero in polvere;
  • una noce di burro.

Ho proceduto quindi nel seguente modo.
In una terrina ho amalgamato la carne di maiale tritata con la mollica di pane ammollata in acqua e latte, ben strizzata e sbriciolata. Io ho usato delle fette di pane in cassetta che mi erano avanzate dalle preparazioni natalizie; ho eliminato il bordo scuro e le ho tagliate a dadini prima di metterle a bagno.
Ho quindi aggiunto all'impasto un goccio d'olio, un po' di foglie di prezzemolo tritate, un bel pizzico di sale e una macinata di pepe. Diversamente da come si fa di solito, non ho messo né uova, né formaggio grattugiato.

Comincio a preparare le polpette facendole non troppo piccole, le allargo un po' e con un dito ricavo al centro un incavo in cui andrò a posizionare mezza prugna secca.





Chiudo, le arrotondo girandole tra i palmi delle mani, le passo nella farina, le schiaccio un po' e poi le lascio riposare giusto il tempo di preparare il resto.
Con le dosi indicate mi sono venute 12 polpette abbastanza grandine (4 a persona).

Prendo poi 3 cipolle rosse, le taglio a fettine abbastanza sottili e le metto in una padella abbastanza grande con un filo d'olio. La padella non deve essere piccola, perché poi ci dovremo mettere le polpette per terminare la loro cottura.
Quando le cipolle cominciano ad ammorbidirsi, aggiungo mezzo bicchiere di aceto e un cucchiaio raso di zucchero, continuando a cuocere e girando delicatamente di tanto in tanto.




Unisco quindi qualche foglia di alloro, poi un bicchiere di brodo ed infine lascio stufare a fuoco basso per una decina di minuti, o anche meno.
Mentre le cipolle si insaporiscono metto a friggere le polpette in un'altra padella contenente olio evo molto caldo. Quando sono cotte a puntino, le faccio asciugare su carta assorbente e poi le trasferisco nella padella con le cipolle.
Per completare il contrasto di sapori, pochi minuti prima di spegnere il fuoco, aggiungo qualche prugna secca tagliata a fettine sottili nel senso della lunghezza.





Le polpette farcite sono pronte.


A questo punto, per completare il piatto, preparo come guarnizione un purè di mele.
Il procedimento è il seguente.

Sbucciare le mele e tagliarle a dadini.
Metterle a cuocere in un pentolino con un bicchiere d’acqua, un cucchiaio di zucchero, il succo di un limone ed una sottile striscia di scorza ottenuta con un pelapatate.
A metà cottura aggiungere un goccio di brandy (ma se ne può fare a meno).
Quando le mele si sono ammorbidite ed il composto è sufficientemente addensato, togliere la buccia di limone e ridurre tutto a purè con un mixer ad immersione (io il purè l'ho ottenuto schiacciando tutto con una forchetta).




Per arrotondare il sapore, cioè per abbassare l'acidità del limone che tende a prevalere, ho sciolto una noce di burro e, per dare un pizzico di aroma speziato, ho incorporato anche un cucchiaino di zenzero in polvere. Continuare a cuocere a fiamma bassa per qualche altro minuto, poi spegnere il fuoco e coprire il tegame per utilizzarlo ancora ben caldo.

Comporre il piatto e servire.




Nota
Se si preferisce, l'agro-dolce si può anche ottenere utilizzando aceto balsamico al posto della miscela aceto - zucchero. Ma non credo che il risultato sia identico.


52 commenti:

  1. Sembrano gustose!!
    Le proverò sicuramente :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono gustose davvero, però devi essere un'amante dei sapori speziati e contrastati! Ciao

      Elimina
  2. Ormai nella tua cucina si viaggia ad alti livelli per la felicità della futura sposa e del futuro genero ;)
    Io continuo a sentirmi un pochino "alienata" dal mondo ma spero di tornare presto in pista... o almeno spero di tornare ad avere un normale percezione della realtà!
    Un bacione anche da parte del nuovo arrivato (che dovresti venire a conoscere!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani, mi fa tanto piacere risentirti.
      Se ti senti un pochino 'alienata' non ti devi preoccupare più di tanto, è abbastanza normale quando si comincia una nuova esperienza di vita. Poi piano piano le cose si rimettono a posto.
      Ti vengo a trovare molto volentieri, ma in questo periodo sia io, sia la 'futura sposa' siamo un po' incasinati, ma cercherò presto il momento giusto! Vi abbraccio tutti con affetto

      Elimina
  3. Wow, elaborato, questo piatto!
    Un triplo gusto con sorpresa pergiunta, complimenti! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Moz! Sai, siccome non so fare le uova di pasqua, stavolta la sorpresa l'ho messa dentro le polpette!

      Elimina
  4. sono davvero molto gustose, mi incuriosiscono e al più presto le farò e ti dirò ciao e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se le fai fammi sapere. Temo però che non a tutti piacciano perché i sapori sono veramente piuttosto contrastati (a me, però, piacciono)! A presto

      Elimina
    2. caro Andrea, ci sono piaciute molto, l'unica variante che ho adottato è stata quella di tritare le prugne e metterle nell'impasto anzichè avere la sorpresa all'interno, comunque grazie una ricetta ben riuscita

      Elimina
    3. Cara Enrica sono contento che l'idea ti sia piaciuta. Ed è pure giusto che ognuno apporti le varianti che preferisce. Anzi, la cucina è bella proprio perché ognuno la interpreta a modo suo! Un abbraccio

      Elimina
  5. Ma tu guarda.. io adoro lepolpette.. e con una prugna a sorpresa non leho mai fatte nè mangiate! Mi piacerebbero molto.. mi fai pensare a mia mamma che laprugna la infila negli involtini!!!! Buonissimo anche il letto di cipolle... Buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  6. .. no letto di cipolle.... santo cielo... di mele!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, hai detto bene, il letto è di cipolle, invece le mele fanno da contorno (o da guarnizione). Sì lo so, stavolta l'ho fatta un po' complicata, però ognuno la può semplificare come vuole. La sorpresa di prugne però ci deve essere! Ciaooo

      Elimina
  7. Secondo me sono una favola!! Adoro i sapori speziati e contrastanti, bravo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io! Se piacciono anche a te, allora il piatto è veramente da favola!

      Elimina
  8. Splendida ricetta Andrea!!!
    Complimenti davvero!!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen, mi fa piacere che ti piaccia! Un abbraccio

      Elimina
  9. Io adoro l'agro-dolce e anche le polpette :D
    bella come ricetta, bravo!!!
    buona serata ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Polpette, agro-dolce e sapori speziati... che vuoi di più? Ciao

      Elimina
  10. Mi piace proprio l'idea delle prugne a sorpresa! Mi piace tanto il contrasto agro-dolce. queste polpette sono assolutamente da provare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti assicuro, sono meglio dell'uovo di pasqua!

      Elimina
  11. In-can-te-vo-li. Da imitare assolutamente,invidio questa tua bravura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta, ma non ti fare idee sbagliate sul mio conto. Quel giorno ero in stato di grazia, non capita spesso! Buona giornata

      Elimina
    2. Hahaha mi sa che sei un tipo assai modesto! Ciaoooooooo e passa a trovarmi ogni tanto!:)

      Elimina
  12. ogni volta che passo da te mi viene una fame....
    e complimenti per l'originalità delle tue ricette :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se questo è l'effetto, mi fa piacere! Ciao

      Elimina
  13. wow che meraviglia! deve essere una bontà! grazie per la ricetta :) buon sabato, ciao Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea, grazie per la visita!

      Elimina
  14. Delle signore polpette, direi! E che presentazione, Andrea! Raffinata, allegra! E' una vera terapia anti stress passare da te!
    Un caro abbraccio e buona domenica!
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai..., mi riempi di soddisfazione! Non ho mai immaginato che il mio blog funzionasse anche come anti stress. Grazie! <3 <3 <3

      Elimina
  15. Bellissima ricetta!! Abbinamenti molto ben oensati, complimenti Andrea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta, il contrasto di sapori è risultato molto equilibrato. A presto

      Elimina
  16. originali e raffinare ..ciao

    RispondiElimina
  17. Fantastiche! Adoro le polpette e adoro l'agrodolce, hai avuto un'idea geniale... devono essere buonissime :) Complimenti e buona domenica! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me sono piaciute molto perché amo l'agro-dolce, ma forse non tutti hanno i nostri gusti! Un bacio

      Elimina
  18. Ho appena finito di dire in un altro blog che a me l'agrodolce con la carne piace tantissimo. Ma mai avrei pensato alle polpette con sorpresa. Bellissima idea Andrea, da provare assolutamente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah, sì in effetti le polpette con sorpresa sona una piacevole sorpresa per chi le mangia! Un bacio

      Elimina
  19. ciaoooo!!!! questo tuo blog è una rivelazione!!!! complimenti !!!!! da siciliana verace adoro l'agrodolce perchè è una colonna portante della nostra gastronomia e, questa tua preparazione, è assolutamente nuova e saporitissima. Copio immediatamente e appena le rifarò anche io, ti dARò mie notizie. nel frattempo ti seguo con vero piacere!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mimma, sono contentissimo che il mio blog ti piaccia, benvenuta! L'agrodolce ho cominciato ad apprezzarlo quando ho provato a fare la mia prima caponatina. Devi sapere che ho un cognato siciliano (di Giarre, CT); lui dice che le mie caponatine sono le migliori che abbia mai mangiato (e non è tipo da fare complimenti, se una cosa non va te lo dice chiaramente). Fammi sapere se questo piatto lo rifai! Un caro saluto

      Elimina
  20. mi piace il gusto agrodolce, proverò queste polpette!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piacciono i sapori contrastati, questo piatto ti dovrebbe piacere! Semmai fammi sapere. Grazie per la visita, a presto!

      Elimina
  21. mmm ottime queste polpettine!complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annalisa, grazie per l'apprezzamento!

      Elimina
  22. Orca Andrea mi stavo perdendo queste delizie... ma quanto è buono l'abbinamento con l'agrodolce???? Bravissimo... Sicuramente alle piccoline piaceranno! Un bascione grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo piatto l'ho fatto pensando alla caponatina che a me piace moltissimo: se l'agrodolce della caponata ci sta bene, anche qui deve starci altrettanto bene! E infatti... Un abbraccio

      Elimina
  23. Risposte
    1. Noooo, e pensare che a me le cipolle neanche mi piacciono!

      Elimina
  24. Che ricettina! Ho letto e riletto gli ingredienti e mi sono convinta che sia un insieme azzeccatissimo. Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria Grazia per l'apprezzamento e per la graditissima visita nel mio blog! A presto

      Elimina
  25. Carissimo Andrea,non amo la carne,diciamo classica,ma per le polpette,di carne o verdure ho una sfrenata passione.
    Provero senza dubbio la tua ricetta.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con questo piatto di carne ce n'è poca perché è mescolata con il pane, farcita con la frutta ed immersa nella cipolla. Ciao e buona domenica

      Elimina