giovedì 25 aprile 2013

Pasta con ricotta e carciofi

Dico subito che questa ricetta l'ho ripresa da Carmen che l'ha postata qualche tempo fa sul suo blog chiacchiereincucina (vedere qui); io a questa ricetta ho apportato soltanto piccolissime e poco significative modifiche.
Si tratta di una preparazione abbastanza semplice (come piacciono a me) e completamente vegetariana, che ho voluto provare prima di farla per il mio probabile futuro genero che, come ormai sapete, è vegetariano.

Per 2 persone ho usato:

  • 1 scalogno
  • 2 carciofi medi
  • 1 cucchiaino di preparato granulare per brodo vegetale
  • 1 limone
  • 140 g (ca.) di ricotta di pecora
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • qualche cucchiaio di olio evo
  • sale (poco)
  • 2 foglie di menta per guarnizione
  • 200 g di pasta corta (penne ziti rigate, o altro)


Ho cominciato tritando abbastanza finemente uno scalogno (ho preferito questo alla cipolla, che era troppo grande), versandolo poi in una padella antiaderente insieme ad un po' d'olio, un pizzico di sale e ad una punta di cucchiaino di preparato granulare per brodo vegetale. Aggiungo un poco di acqua calda e lascio ammorbidire a fiamma bassa per una decina di minuti, girando di tanto in tanto.

Nel frattempo metto sul fuoco un pentolino d'acqua per fare un po' di brodo vegetale versando, quando alza il bollore, mezzo misurino di preparato granulare.

Intanto pulisco i carciofi ed i gambi, usando il limone, come ben sappiamo, per evitare che anneriscano.
Li divido a metà, tolgo la barbetta interna, e li taglio a fettine sottili (dopo essermi mezzo affettato la punta di un dito, ho capito che per farli a fette è preferibile tagliarli a metà e non a quarti: così stanno più fermi e non ti scappano di mano).


Li metto subito nella padella, aggiungo i gambi tagliati a rondelle sottili, ed affogo tutto aggiungendo qualche cucchiaio di brodo vegetale.
Incoperchio (si dice?) e lascio cuocere a fuoco basso per circa 40 minuti, finché sono diventati sufficientemente teneri, aggiungendo altro brodo caldo quando il miscuglio si asciuga troppo.


Ora metto sul fuoco la pentola per cuocere la pasta.




Nel frattempo preparo la salsa.
Metto in una zuppiera la ricotta, il tuorlo d'uovo ed il parmigiano e comincio ad amalgamare bene i tre ingredienti fino a formare un condimento molto morbido e liscio.
Se serve, può essere utile incorporare qualche cucchiaio di brodo.
Quando i carciofi sono cotti, ne incorporo circa la metà nella salsa di ricotta e lascio il resto al caldo nella padella per usarlo poi nei singoli piatti come guarnizione.

Quando la pasta è cotta al dente la verso ancora molto umida nella zuppiera e la giro bene per fare assorbire tutto il condimento.
Distribuisco la pasta nei piatti e ci metto sopra una cucchiaiata di carciofi che erano rimasti nella padella e, se volete, una fogliolina di menta per guarnizione.

Note
  1. Ho usato soltanto un pizzico di sale per ammorbidire lo scalogno e quello necessario per l'acqua della pasta; niente sale sulla salsa o sui carciofi, basta il brodo a dare sapore.
  2. Suggerisco vivamente di non aggiungere altro parmigiano sui piatti, rovinereste il sapore oltre che l'effetto visivo: basta quello incorporato nella salsa.
  3. Se il piatto è venuto bene, il merito è di Carmen!





32 commenti:

  1. Il dito è salvo, i termini sono giusti e il piatto è splendido..non posso che farti i complimenti..tuo genero si leccherà i baffi ^.^
    Purtroppo a causa della mia intolleranza ai carciofi non potrò replicare ma prendo spunto per realizzarlo con altra verdura..ci vedrei gli asparagi, che ne pensi?
    Buona giornata
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che gli asparagi siano ottimi, specialmente se sono quelli fini fini. E la preparazione è veramente molto semplice. Un abbraccio

      Elimina
  2. Un abbinamento molto gustoso...quanto sono buoni e versatili i carciofi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuliana, hai ragione: i carciofi come li fai li fai, sono sempre buoni!

      Elimina
  3. Bellissimo questo piatto...il tuo futuro genero gradirà sicuramente...
    complimenti a te ed a Carmen!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando viene spero di avere sia la ricotta che i carciofi! Un bacio

      Elimina
  4. Ciao Andrea, lo trattiamo bene questo futuro genero!!!! E' un ragazzo fortunato!!!Bella ricetta uno di questi giorni la provo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma lui è di bocca buona: basta che non sia carne o pesce... poi anche una patata lessa gli va bene (così dice mia figlia), ma io la patata lessa non gliel'ho mai fatta!

      Elimina
  5. Ciao Andrea, ho visto che hai provato la mia ricetta e sono felice che ti sia piaciuta!!
    Ho salvato la tua versione perchè trovo intriganti le tue modifiche poi, appena la provo ti faccio sapere!!
    Un abbraccio e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen! Il bello del blog è proprio questo: ci si scambia le idee, si modifica qualcosa, si fanno prove e praticamente mangi sempre qualcosa di nuovo! Baci

      Elimina
  6. Cristian è fin troppo fortunato ad avere un futuro suocero che si preoccupa sempre di scovare piatti vegetariani per lui!
    Questa ricetta è proprio invitante e poi mi piacciono tantissimo i carciofi!
    Un abbraccio a buona serata! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente per lui ho fatto tante cosette che non mi sarei mai sognato di fare, specialmente io che sono carnivoro e che fino a poco tempo fa le verdure neanche le volevo vedere. Adesso quando viene lui, cucina vegetariana per tutti (e mi comincia anche a piacere)! ...Sarà perché sono bravo? ahahah!

      Elimina
  7. Andrea la ricetta è di Carmen, ma tu sei stato altrettanto bravo a realizzarla apportando anche delle modifiche!!! Ti volevo precisare che la cottura delle patate al microonde è semplicissima. basta forare le patate con uno stecchino e cucinarle, con tutta la buccia, alla massima potenza per sei/otto minuti in base alla dimensione, girandola a metà cottura. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanna e grazie per le informazioni sulle patate! Hai fatto bene a rispondermi qui perché neanche mi ricordavo più di averti chiesto certe cose. Un abbraccio

      Elimina
  8. Fortunato questo genero, gli hai preparato un primo veramente saporito e come dici tu, semplice tutto sommato! Bravo Andrea, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comincio a pensare che il mio probabile futuro genero è doppiamente fortunato: primo perché ha un futuro suocero che gli prepara dei manicaretti niente male; secondo perché sta con mia figlia che non è poco!

      Elimina
  9. Ciao Andrea,ovviamente questo e' un piatto che fa gola a tutti ,vegetariani o no! Hai assolutamente ragione quando dici che I carciofi sono buoni in qualsiasi modo li si faccia.Li adoro!
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ci credi che fino a qualche tempo fa non mangiavo carciofi perché mi sembravano troppo amari? Adesso invece crudi o cotti vanno sempre bene! Ma quando si cresce si diventa anche più furbi! Un bacione

      Elimina
    2. Ciao Andrea mi hai dato un ottima idea per utilizzare i numerosi carciofi dell'orto di mio padre e riuscire a magiare la ricotta :-D che non amo moltissimo...grazie buona serata

      Elimina
    3. Sono molto delicati, ma se la ricotta non ti piace troppo mettine poca, giusto per mantecare la pasta e mantenerla morbida. Anche a mia figlia la ricotta piace poco, però fatta così con i carciofi le è piaciuta! Buona domenica

      Elimina
  10. Ciao Andrea, eccomi a curiosare da te e a scoprire delle belle ricette, precise e accurate nella descrizione dell'esecuzione ;)
    Ti seguo con piacere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Loredana, benvenuta nel mio blog e grazie per aver ricambiato la visita. Nel descrivere le mie ricette penso specialmente a chi, come me, non è particolarmente esperto. A presto!

      Elimina
  11. ciao Andrea, buona la pasta con i carciofi se ti va passare dalla mia cucina c'è una sorpresa per te =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Enrica, corro subito da te!

      Elimina
  12. Ciao, grazie per la visita che ricambio con piacere anche se con qualche giorno di ritardo, se ti va di passare ancora da me ho postato anche il resto delle ricette.
    Complimenti a questa pasta con i carciofi che mi segno nelle ricette da rifare
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla, ho visto le tue ricette e ti invidio anche un po' per la varietà di cose che riesci a fare per una cena tra amici... beati loro!

      Elimina
  13. bravisssssimo!

    una variante di stagione è quella di usare dadini o rondelle di piccole e dolci zucchine romanesche. è stagione ormai.

    per i non vegetariani sta bene anche l'aggiunta di in po'di pancetta affumicata o speck tirati in tegame.

    buon appetito e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E certo che ci sta bene, ma stavolta non potevo! Anch'io se faccio zucchine uso quelle romanesche che sono più saporite e meno acquose. Un caro saluto

      Elimina
  14. Un piatto molto gustoso e non poteva essere diversamente per me che adoro i carciofi in tutte le salse

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione: i carciofi sono sempre buoni! Un abbraccio

      Elimina
  15. amo i carciofi in tutte le maniere e anche la ricotta di pecora che tra l'altro ho la fortuna di avere sempre perche' mio marito vende formaggi...ciao andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cinzia, beata te che puoi avere tanti buoni formaggi!

      Elimina