venerdì 1 febbraio 2013

Spigola al forno con patate

Dopo l'ubriacatura dell' MTC con i Pici, vado a descrivere un piatto di una tale semplicità che forse non merita neanche di essere postato... Ma poi invece, siccome il mio blog, come dice il titolo, è rivolto principalmente alle persone poco esperte di cucina ma che gradiscono le preparazioni semplici e appetitose, ho pensato che non fosse giusto lasciarlo nel cassetto; e non escludo immodestamente che forse anche i più esperti potrebbero trovare qualche spunto d'interesse.
Oggi parlerò della spigola (o branzino) al forno. Una delle preparazioni più comuni prevede il 'letto' di patate. Ma, dal momento che i tempi di cottura delle patate e del pesce sono molto diversi, ho preferito usare 'letti separati', cioè le patate le ho messe da sole in una teglia sul ripiano medio-alto del forno ed il pesce su quello medio-basso.

Per 2 persone ho usato 2 spigole da 350-400 g l'una, che ho fatto eviscerare dal pescivendolo. Poi ho usato 1 kg circa di patate, qualche rametto di rosmarino, 2 spicchi d'aglio, sale e un poco di olio.

Prima ho sbucciato le patate e lo ho tagliate a dadini piuttosto piccoli (ca. 1,5 cm di lato). Per tagliare le patate conviene usare un coltello a lama stretta per evitare che con una lama più larga vi rimangano attaccate.


preparazione delle patate a dadini
Poi le ho messe nella teglia da forno dove le ho condite con 2-3 cucchiai d'olio e qualche rametto di rosmarino; il sale, che è igroscopico, non l'ho messo subito per evitare che le patate diventassero troppo morbide e poco croccanti. Dopo aver mescolato bene, metto in forno già caldo regolando la temperatura a 200°.

Prendo quindi le due spigole, le sciacquo bene sotto l'acqua per eliminare eventuali tracce di sangue residuo (che è amaro) e le dispongo sulla leccarda  su cui ho steso un foglio di carta da forno. Condisco l'interno dei pesci con un pizzico di sale, un poco di olio ed una spicchio d'aglio spellato.


preparazione delle spigole
spigole pronte per essere infornate










Dopo che le patate hanno cotto per 20-25 minuti, abbasso la temperatura a 180°, accendo la ventilazione e metto il pesce in forno.
Intanto estraggo velocemente la teglia con le patate, distribuisco un bel pizzico di sale, mescolo bene tutto e rimetto in forno. Se piace, si può distribuire anche una spolverata di pepe (io non ce l'ho messo, preferendo una preparazione più delicata).
Lascio cuocere tutto per altri 25 minuti circa (il tempo dipende da quanto è grosso il pesce), quindi spengo il forno, lascio ancora al caldo per qualche altro minuto, quindi impiatto il pesce insieme alle patate.


spigola e patate al forno
Si accompagna bene con vini bianchi campani (es. Fiano d'Avellino o Falanghina del Sannio) serviti alla temperatura di 10-12°.

8 commenti:

  1. Risposte
    1. Sì, facile, veloce ed appetitoso ^_^

      Elimina
  2. Ciao Andrea! Grazi mille per avermi lasciato dei pensieri gentili in questi giorni per me difficili!
    Una di queste volte mi autoinvito da te, così mi prepari uno dei tuoi manicaretti! :D
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Un secondo completo e tanto buono. Complimenti Andrea!!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Andrea, un piatto semplice e sempre molto gradito!!!
    Complimenti!!!
    Buona serata :)

    RispondiElimina
  5. Riguardo la ricetta spigola e patate ti do un consiglio: taglia le patate a rondelle sottili, condiscile e infornale per quindici minuti poi toglile dal forno e adagia le spigole condite sulle patate e cuoci tutto insieme per venti minuti. In questo modo i sapori si fondono e il tutto risulterà più saporito. Maria Antonietta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del consiglio, me ne ricorderò per la prossima occasione. Buona domenica e buon voto!

      Elimina